english splash page

UE per le PMI: 155 piccole imprese riceveranno i finanziamenti

APRE / Imprenditori / News

Pochi giorni fa la Commissione Europea ha annunciato i primi risultati del nuovo strumento per le PMI, pari a 3 miliardi di euro, avviato nel quadro di Orizzonte 2020 per aiutare le piccole imprese innovative a portare sul mercato le idee sviluppate in laboratorio.

In totale 155 PMI appartenenti a 21 paesi (Stati membri dell’UE o paesi associati a Orizzonte 2020) riceveranno ciascuna 50.000 euro per finanziare studi di fattibilità volti a sviluppare la loro strategia innovativa. Inoltre, le PMI possono fruire di una formazione imprenditoriale specifica che può durare fino a tre giorni. Nella prima tornata le PMI spagnole hanno ottenuto i migliori risultati, con 39 proposte selezionate, seguite da vicino dalle PMI del Regno Unito e dell’Italia. Le domande per le prime sovvenzioni sono state 2.666 in totale. Le imprese selezionate saranno ufficialmente informate in agosto. In seguito, i loro nomi saranno annunciati pubblicamente dall’Agenzia esecutiva per le PMI (EASME) che gestisce il programma.

Máire Geoghegan-Quinn, commissaria europea per la Ricerca, l’Innovazione e la Scienza ha dichiarato: “La risposta che il nuovo strumento per le PMI ha ottenuto è incoraggiante. La domanda per questo genere di sostegno è patente. Auspico che molti dei progetti d’impresa che finanziamo maturino fino a diventare veri e propri prodotti e servizi che porteranno crescita e occupazione alle nostre economie. I nostri campioni dell’innovazione devono crescere!”.
Lo strumento per le PMI è un elemento essenziale del finanziamento a disposizione delle piccole imprese nel quadro di Orizzonte 2020: con un bilancio intorno ai 3 miliardi di euro, su sette anni, offre sovvenzioni rapide e semplici per studi di fattibilità nell’ambito dell’innovazione d’impresa (fase 1) e per progetti dimostrativi (fase 2). Le idee mature per la fase di investimento possono, inoltre, fruire di consulenza in materia di sviluppo imprenditoriale e di altri servizi di sostegno (fase 3).

Tramite lo strumento per le PMI, l’Unione Europea intende finanziare le più innovative tra le piccole imprese, quelle che presentano un forte potenziale di crescita. La procedura di presentazione della domanda è semplice, ma solo i progetti migliori possono sperare in una possibilità di finanziamento. I temi ammissibili sono indicati nel programma di lavoro di Orizzonte 2020 sull’Innovazione nelle PMI.
Le domande possono essere presentate in qualunque momento ma sono valutate quattro volte l’anno. I risultati di pochi giorni fa riguardano le domande pervenute entro la prima scadenza (18 giugno 2014) per le sovvenzioni della fase 1.

Le prossime scadenze per la valutazione sono il 24 settembre per la fase 1 e il 9 ottobre 2014 per la fase 2. Nel 2014 dovrebbero ricevere finanziamenti circa 645 progetti (fase 1 e fase 2) che nel 2015 aumenteranno a 670.

Per saperne di più vai qui.