english splash page

Presentati a Roma dai ministri Passera e Profumo tre bandi su Ricerca e Innovazione

Bandi & Avvisi / Imprenditori / Inventori / Istituzioni / News / Ricercatori / Startupper

“Oggi, grazie alla collaborazione tra Mise e Miur abbiamo fatto un importante passo in avanti sul sostegno alla competitività delle tantissime aziende, in particolar modo pmi, che operano nel Sud e ogni giorno investono sul fronte della tecnologia e della ricerca”.
Sono le parole del Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, a seguito della conferenza stampa tenutasi ieri a Roma, nella quale si è discusso di come potenziare le infrastrutture di ricerca delle Università e degli Enti Pubblici di Ricerca nelle Regioni della Convergenza, cioè Calabria, Sicilia, Puglia e Campania.
Al centro della discussione anche l’elaborazione di progetti di innovazione della PA per garantire servizi di elevata qualità ai cittadini, il sostegno alla competitività delle imprese, anche a livello di start up.
E proprio partendo da questi punti sono stati articolati 3 bandi, del valore complessivo di 256,5 milioni di euro, presentati ieri da Passera e Profumo. Il primo riguarda il potenziamento infrastrutturale del sistema della Ricerca: l’obiettivo principale è individuare nuovi investimenti e iniziative in grado di sostenere lo sviluppo del sistema della ricerca e dell’istruzione. Seguono misure dedicate alla PA e, infine, un’approfondita sezione dedicata ai progetti per il sostegno delle startup.
I progetti start up avranno a disposizione 30 milioni di euro e si articoleranno su 4 linee: la valorizzazione e la gestione del flusso di dati generati dalle tecnologie digitali (Big Data); l’utilizzo di tecnologie per innovare le modalità di produzione, la fruizione e la distribuzione dei contenuti culturali (Cultura a impatto aumentato); la valorizzazione di iniziative di innovazione in ambito sociale (Social Innovation Cluster); lo sviluppo all’interno delle Università italiane di luoghi di contaminazione (Contamination Labs) fra studenti di discipline diverse per promuovere la cultura dell’imprenditorialità e dell’innovazione.
Illustrati inoltre i dati sulle startup innovative che si sono sin qui iscritte al Registro Speciale delle Camere di Commercio previsto della legge 221/12: sono oltre 300, in prevalenza attive nel settore dei software e dell’informatica. La mappa pubblicata del Ministero dello Sviluppo Economico evidenzia un boom di registrazioni in Piemonte, mentre sono solo 4 le imprese iscritte in Calabria.

Per maggiori informazioni e approfondimenti vai qui

Visualizza la mappa delle startup registrate