english splash page

Parte Smau Calabria 2014 con i premi alle eccellenze regionali

Imprenditori / News / Startupper

Si è aperto oggi Smau Calabria, la prima edizione dell’appuntamento dedicato all’innovazione per le imprese del territorio che, fino a domani, alla Fondazione Mediterranea Terina di Lamezia Terme, in collaborazione con  Regione Calabria, Fincalabra e CalabriaInnova

porterà sotto i riflettori il mondo dell’innovazione del territorio attraverso un’area espositiva dedicata a 15 startup della Regione selezionate tra i vincitori del Talent Lab e della Startu Cup Calabria, sei eventi tematici di aggiornamento ed incontro con relatori, startup e rappresentanti istituzionali del territorio e un’area matching per l’incontro diretto con i protagonisti dell’innovazione della Regione.
Ad inaugurare oggi Smau Calabria sono intervenuti Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau, Mario Romano, Presidente Gruppo Giovani Imprenditori di Unidustria Calabria, Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura, Istruzione e Ricerca della Regione Calabria, Luca Mannarino, Presidente di Fincalabra.
Dopo una sessione di presentazione delle startup, si è passati alla consegna del Premio Lamarck. Il riconoscimento, che prende il nome dal naturalista Jean Baptiste Lamarck ed è realizzato in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, è un tributo alle 3 migliori startup per valorizzare le idee di business già pronte a supportare l’innovazione delle imprese mature. Le startup vincitrici di questa prima edizione sono:  Altrama Italia, specializzata nella realizzazione di soluzioni multipiattaforma per la promozione turistica e la valorizzazione dei beni culturali. L’azienda ha ideato e realizzato Viaggiart, un servizio che permette agli utenti di venire a conoscenza di tutta l’offerta turistica partendo dalla ricerca di luoghi culturali; GiPStech, startup che ha realizzato una soluzione di localizzazione in ambienti chiusi. Il sistema si basa su un utilizzo innovativo e proprietario delle perturbazioni del campo magnetico terrestre causate dalla presenza di materiale ferromagnetico negli ambienti (tubazioni, cemento armato, arredi, etc); Spitch, una startup che ha realizzato un riconoscitore vocale evoluto in grado di scomporre il parlato in elementi vocali che corrispondano ad azioni atomiche all’interno di dispositivi quali smartphone, tablet o pc, e capace di funzionare anche in modalità offline.
Successivamente si è passati all’annuncio dei vincitori del Premio Innovazione ICT Calabria scelti tra le candidature pervenute nelle scorse settimane. Tra i progetti presentati attraverso il sito Smau sono stati selezionati 15 finalisti: Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, Cosmoitaly, Euro.Pan srl, Fontana della Salute srl, Graphid3a di Paolo Mirabelli, Illumilab, Innovazione Tecnologica srl, La mia energia scarl, Marigentech srl, P.A.G. Magic S.A.S. di Avolio M. & C., Parco Ludico Tecnologico Ambientale di Ecolandia scrl, Rubbettino srl,  Spintel srl, TI & SI Sas, Zac Telecomunicazioni srl.
I vincitori della prima edizione del Premio Innovazione ICT Calabria sono:
Fontana della Salute -Acqua Sorbello. L’azienda ha realizzato Un’app per conoscere in ogni istante il comportamento delle singole sorgenti d’acqua presenti nel parco minerario dove sgorga l’acqua Sorbello. Mediante un’analisi diretta e continua dei parametri fondamentali è possibile riuscire a controllare in remoto i valori fondamentali, verificarne i range previsti dall’etichetta ed escludere, quindi, le sorgenti che non rientrino nei parametri.
La mia energia scarl. L’azienda ha utilizzato la tecnologia led ad altissima efficienza per permettere alle torri faro della Rete Ferroviaria Italiana autonomia di illuminazione anche in caso di blackout.
Parco Ludico Tecnologico ambientale di Ecolandia. Il Parco ha avviato un progetto che si pone l’obiettivo di acquisire le competenze tecniche e organizzative necessarie per l’avvio del Parco, sito in località Arghillà di Reggio Calabria, attraverso sistemi innovativi di accesso e comunicazione per tutte le utenze, e in particolare per gruppi, famiglie, scuole, soggetti svantaggiati, come ad esempio sistemi web based per la gestione dei visitatori, sistemi per la promozione di servizi ed eventi e sistemi in realtà aumentata per la presentazione dei contenuti del parco
Innovazione Tecnologica Srl. L’azienda ha realizzato il progetto Dom-ino con l’obiettivo di sviluppare un sistema di automazione e controllo degli oggetti domestici attraverso una rete di sensori e attuatori controllati da centraline low-cost basate su tecnologia open. L’idea è quella di realizzare un sistema che possa essere ospitato in qualsiasi casa senza alcun impianto invasivo utilizzando protocolli su onde convogliate che viaggiano sul cablaggio elettrico o su sistemi wireless.