english splash page

M-era.NET: risultati call 2017 e lancio call 2018

News

Il Consorzio M-ERA.NET ha lanciato la call 2018 con l’obiettivo di sostenere la ricerca europea nell’ambito della scienza e ingegneria dei materiali. Fino al 12 giugno 2018 (ore 12:00) sarà possibile candidare le proposte progettuali ricadenti in 6 specifiche aree tematiche: modellazione multiscala superfici innovative, materiali compositi, materiali funzionalizzati, nuove strategie per lo sviluppo di applicazioni nel campo salute e materiali per la additive manufacturing.

La call 2018 coinvolgerà 33 agenzie di finanziamento, tra cui anche la Regione Calabria, per un totale di 24 paesi e un budget totale di oltre 24 milioni di Euro. La Regione Calabria partecipa per il terzo anno consecutivo, con una dotazione di 500.000 € a valere sull’azione 1.1.4 del POR Calabria FESR FSE 2014-2020 a supporto delle aziende e degli Enti di Ricerca con una sede operativa sul territorio. Al fine di partecipare è necessario costituire un partenariato internazionale coinvolgendo almeno due paesi aderenti al consorzio e rispettando le regole di partecipazione delle singole agenzie di finanziamento.

La call 2017 ha visto l’invio di 91 pre-proposal, di cui 53 sono state valutate positivamente per la partecipazione alla fase successiva. 37 full proposal sono state valutate finanziabili per un totale di 27.3 M€, ma solo 19 full proposal sono state finanziate per un totale di 15 M€.

Tra queste, sono state 10 le proposte che hanno chiesto il co-finanziamento alla Regione Calabria, con il coinvolgimento di un totale di 43 partner internazionali di cui 18 calabresi.

A livello regionale, la proposta che ha superato tutti gli step di valutazione internazionale è stata presentata dal Dipartimento di Ingegneria Meccanica dell’Università della Calabria. Con il titolo Increase of Strength of Interface Between liner and composite in HYdrogen tank nel topic Innovative surfaces, coatings and interface, la proposta ISIBHY coinvolge nel partenariato l’Università della Calabria, l’azienda RESCOLL e il centro di ricerca PPRIME ubicate nella Nouvelle-Aquitaine, Francia.

Un chiaro esempio di opportunità internazionale che la Regione Calabria, attraverso il Settore Ricerca scientifica e Innovazione tecnologica ed il supporto di Fincalabra con il progetto CalabriaInnova, offre al territorio per sostenere la crescita e l’innovazione del tessuto produttivo locale.

Per maggiori informazioni sui topic, le scadenze e la documentazione aggiuntiva da inviare alla Regione Calabria vai qui.

Per la ricerca partner il progetto NMPTeam4 offre un valido strumento a questo link.