english splash page

Innovazione e ricerca, sette misure per fare ripartire le imprese

Imprenditori / News / Ricercatori

Ricerca e innovazione volano principale per lo sviluppo e la rinascita del sistema economico italiano. È questo il senso di una serie di misure  varate dal Governo nei giorni scorsi e che attraverso la nuova programmazione europea finanzieranno l’assunzione di esperti, laureati e dottorati per incrementare il tasso di conoscenza e di competitività nelle imprese delle regioni italiane, soprattutto del Mezzogiorno.

Il provvedimento, che vede lavorare a stretto contatto il Ministero per la Coesione Territoriale, il Miur e il Ministero per lo Sviluppo Economico, prevede l’utilizzo di fondi strutturali europei per la parte riguardante le regioni meridionali per un investimento complessivo che sfiora i 5 miliardi di euro, mentre per le regioni del centro nord la copertura arriverà da fondi nazionali.

Sette le misure principali dell’azione condivisa dai ministeri: Rise&Shine riguarda gli incentivi alle imprese per l’inserimento dei ricercatori con profili tecnico-scientifici, Mille e più dottorati industriali prevede l’attivazione di percorsi formativi cofinanziati dalle imprese mentre Reti per l’innovazione promuove l’aggregazione di grandi gruppi di ricerca su temi specifici. A questi si aggiungono le misure Ricerca in movimento, che sfrutta i fondi Horizon2020 per la mobilità internazionale dei ricercatori, Un laureato in ogni impresa che passa dalla concessione di credito d’imposta per assunzioni a tempo determinato dopo uno stage annuale e due misure riguardanti voucher per le piccole e medie imprese, volti all’innovazione e all’internazionalizzazione tramite concessione di contributi per l’acquisto di servizi e consulenze specifiche.

Scarica il pdf