english splash page

Il valore del broker tecnologico pubblico

Imprenditori / Inventori / News / Ricercatori / Startupper

Pubblicata sulla rivista scientifica internazionale Industry and Higher Education, l’analisi sul rapporto tra servizi pubblici per il trasferimento tecnologico e innovazione nelle PMI, cui ha contribuito Mariacarmela Passarelli, Project Manager di CalabriaInnova e docente a contratto di Economia e Gestione dei Processi Innovativi presso l’Università della Calabria.
La necessità di trasferire in ambito industriale l’enorme patrimonio di conoscenze sviluppate dalla ricerca accademica rappresenta un dato acquisito tra studiosi e policy maker per favorire la competitività dei Paesi industrializzati. Con questa consapevolezza, i Governi investono notevoli risorse per attivare processi di sviluppo territoriale basati sul trasferimento tecnologico. Tuttavia a fronte di un impegno nell’avvio di programmi pubblici di intervento e nello stanziamento di risorse, non si ravvisa altrettanta attenzione nella misurazione dei risultati sulle performance delle imprese.

Da questa consapevolezza muove lo studio, che si concentra sul ruolo e gli effetti dell’attività del broker tecnologico pubblico: personale di estrazione tecnica, attivo anche presso CalabriaInnova, che opera come “cinghia di trasmissione” fra domanda e offerta d’innovazione, capace da un lato di interpretare correttamente le esigenze di innovazione delle aziende e dall’altro di individuare nel mondo della Ricerca, la soluzione più adeguata per la risoluzione di problematiche di prodotto e di processo. Professionisti che valorizzano le competenze e le risorse già disponibili nelle università e nei centri di ricerca, producendo effetti positivi sulla capacità innovativa delle aziende.

Lo studio dal titolo “Brokerage and SME innovation. An analysis of the Technology Transfer Service at Area Science Park, Italy “ apporta nuove evidenze alla letteratura sul trasferimento tecnologico. In particolare, partendo da un’analisi della letteratura internazionale sulle attività e sul ruolo del broker tecnologico, descrive il processo di trasferimento tecnologico applicato da AREA Science Park anche tramite CalabriaInnova e propone un’analisi empirica esplorativa finalizzata a  verificare gli effetti che le attività del broker tecnologico hanno sulle performance delle piccole e medie imprese. L’analisi econometrica dimostra che, il supporto del broker alle imprese, attraverso un’attività door to door customizzata, genera innovazioni di prodotto e di processo che, a loro volta, hanno un impatto positivo sui tassi di crescita del fatturato e dell’occupazione.

Alla luce dei risultati ottenuti, gli autori propongono ai policy maker diverse implicazioni sulle politiche per l’innovazione da adottare nei diversi contesti e alle strutture di trasferimento tecnologico implicazioni organizzative e di gestione dei processi di collegamento tra il mondo delle imprese e quello della ricerca.

L’articolo completo di M. Passarelli, P. Cattapan e M. Petrone in lingua inglese è reperibile sul numero di ottobre di Industry and Higher Education:

http://www.ingentaconnect.com/content/ip/ihe/2012/00000026/00000005/art00005