english splash page

Dal MISE una corsia veloce per le imprese innovative

Bandi & Avvisi / News / Startupper

Novità in vista per le start up. Per rafforzare la crescita e la propensione all’investimento in imprese innovative, infatti, le Camere di Commercio, con il coordinamento del Ministero dello Sviluppo economico, hanno redatto un modulo di domanda in formato elettronico con il quale gli incubatori di start up innovative potranno autocertificarsi ed essere iscritti presso l’apposita sezione speciale del Registro delle imprese.
Per iscriversi alla sezione speciale, condizione necessaria per ottenere le agevolazioni previste per le nuove imprese, basterà un click. E per facilitare la procedura è stata predisposta una guida sintetica per utenti esperti sugli adempimenti societari dell’incubatore certificato. Sul sito del MISE è, inoltre, possibile consultare e scaricare i modelli di autodichiarazione dell’incubatore e della start up innovativa, oltre che la guida sintetica alla registrazione.
La certificazione degli incubatori consentirà di valorizzare quelle società che accompagnano il processo di avvio e di crescita delle start up innovative, nella fase che va dal concepimento dell’idea imprenditoriale fino ai primi anni di vita. Ma si registrano ulteriori passi in avanti. Il Consiglio di Stato, infatti, ha espresso parere positivo sul decreto ministeriale che regola l’intervento del Fondo di Garanzia Pmi. Si attende la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
È allo studio anche il decreto attuativo della norma che istituisce, sotto forma di credito di imposta, un contributo del 35% sulle spese effettuate per le nuove assunzioni di personale altamente qualificato. Nel quadro di questa misura generale è stata prevista a favore delle start up innovative e degli incubatori certificati un’apposita riserva sul credito d’imposta (di 2 milioni di euro), semplificando l’iter procedurale per l’ammissione al beneficio. Infine, la Consob sta lavorando alla bozza di regolamento sul crowdfunding (partecipazione al capitale di start up tramite piattaforme web accessibili a investitori privati).

Per saperne di più e per consultare i moduli di domanda e accedere alla guida, vai qui