english splash page

Aperto il bando LIFE 2014: ecco le azioni finanziabili

APRE / Ricercatori

Si è aperto lo scorso 18 giugno 2014, il primo bando del programma LIFE 2014 per l’Ambiente e per l’Azione per il Clima (2014-2020). L’invito riguarda proposte per entrambi i sottoprogrammi LIFE.
Per il sottoprogramma per l’Ambiente, il bando riguarda sovvenzioni di azioni per Progetti tradizionali, Progetti preliminari, Progetti integrati, Progetti di assistenza tecnica e Progetti Capacity Building. Per il sottoprogramma Azione per il clima, il bando riguarda sovvenzioni di azioni solo per i Progetti tradizionali e Progetti Capacity Building (gli altri tipi saranno coperti a partire dal 2015).
Le proposte possono essere presentate da persone giuridiche (enti) registrate nell’UE. I candidati possono rientrare in tre tipologie di beneficiari: enti pubblici, organizzazioni commerciali private e organizzazioni private non commerciali (comprese le ONG). I progetti tradizionali coprono le seguenti aree prioritarie: Nature & Biodiversity; Environment & Resource Efficiency; Environmental Governance & Information; LIFE Climate Change Mitigation; LIFE Climate Change Adaptation; Climate Governance and Information. Potrà trattarsi di progetti di best-practice, progetti dimostrativi, progetti pilota oppure progetti di informazione, sensibilizzazione e disseminazione.
I progetti preparatori (solo per il sotto-programma per l’Ambiente) rispondono alle specifiche esigenze per lo sviluppo e l’attuazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’Unione. Gli argomenti specifici sono indicati nella guida per i proponenti.
I progetti integrati (solo per il sotto-programma per l’Ambiente) sono progetti di attuazione su larga scala territoriale (scala regionale, multi-regionale, nazionale o transnazionale) di piani o strategie ambientali o climatici richiesti dalla specifica normativa ambientale o climatica dell’Unione, sviluppati nell’ambito di altre azioni dell’Unione o dalle autorità degli Stati membri, principalmente nei settori della natura (compresa la gestione del network Natura 2000), dell’acqua, dei rifiuti, dell’aria e della mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, garantendo nel contempo il coinvolgimento delle parti interessate e promuovendo il coordinamento e la mobilitazione di almeno un’altra fonte di finanziamento dell’Unione, nazionale o privata.
I progetti di assistenza tecnica (solo per il sotto-programma per l’Ambiente) forniscono, invece, a titolo di sovvenzioni per azioni, il sostegno finanziario per aiutare i candidati a preparare i progetti integrati.
I progetti Capacity Building, ancora, forniscono sostegno finanziario alle attività necessarie per costruire la capacità degli Stati membri, compresi i punti di contatto nazionali o regionali, al fine di consentire agli Stati membri di partecipare più efficacemente al programma LIFE.

Per maggiori dettagli è possibile consultare questo link.